Comunicato stampa

 

VELE APERTE 2019

VELEGGIATA DALLA PUGLIA A ISRAELE

 

VELE APERTE 2019 è organizzata da gruppo di armatori che hanno entusiasticamente accolto un’idea del dott. Alfonso Casale di un rally nautico e culturale che coniugasse la passione per il mare e il gusto di rivivere il più importante e grande viaggio di tutta la storia: il pellegrinaggio alla città tre volte Santa di Gerusalemme.

 

VELE APERTE 2019 è diventata così rapidamente una veleggiata che ha l’obiettivo di raccogliere appassionati attorno alla storia, all’arte, alle antiche rotte del mare, alle meravigliose isole della Grecia, all’idea che il mar Mediterraneo deve essere un mare di pace e di comunicazione tra i popoli e non un luogo di sofferenza e scontri.

 

VELE APERTE 2019 partirà il 12 maggio 2019 dalla Puglia per dirigersi a Gerusalemme, con una navigazione a vela non competitiva che toccherà 16 porti in circa 32 giorni di viaggio. Non vorremmo con noi più di sette, otto barche perché previlegiamo l’aspetto amatoriale, una gestione tecnica facile della veleggiata, vivendo un turismo “lento” come da celebrazioni del MIBACT previste per il 2019. Molte crociere sono già state fatte nel passato, ma mai in gruppo e coniugando passione, etica e cultura.

 

Abbiamo intenzione di dare all’iniziativa una buona visibilità a livello nazionale. I rapporti con istituzioni, Lega Navale Italiana, associazioni veliche e del mare, diverse Università italiane, sono già a buon punto e l’iniziativa avrà risonanza sui media. E’ nostra intenzione scrivere un libro, realizzare un programma per un canale satellitare, condurre un blog e dei social media (Istagram, FB, Linkedin, Twitter) che rimarranno a disposizione in futuro con un sito internet per suggerire ad altri una rotta da ripetere e una cultura della tolleranza da condividere.

 

Maggiori informazioni sono sul sito in continua implementazione https://www.veleaperte.it

 

Il comitato promotore: Alfonso Casale, Gioviano Facco, Mariester Negro, Federico Sacco, Giorgio Travaini

Per ulteriori notizie ci trovate su Linkedin